info@myr.it
0363.335687

Human Risk Management System: di cosa si tratta

Human Risk Management System: di cosa si tratta

Gestire il capitale umano dal punto di vista del rischio. Cosa significa?

È una riflessione che, in Myr Consulting, è nata già qualche anno fa: in quel periodo eravamo in contatto con una realtà commerciale con più di duemila clienti, che raggiungeva grazie ad una rete di vendita espansa su tutto il territorio nazionale. Questa rete di persone, però, non veniva gestita dal punto di vista dei rischi: veniva trattata come una vera e propria rete di vendita, qual era, certo, ma era come se ci si fosse dimenticati che era composta da esseri umani.

Un dettaglio, questo, che ho fatto presente all’azienda in questione, dal momento che stavamo iniziando una relazione di partnership: è da quel momento che abbiamo iniziato a concepire un percorso basato su una riflessione al riguardo della tipologia di rischio che l’interazione umana può apportare in azienda. E il percorso, quello che oggi chiamiamo Human Risk Management System, è nato.

Rischi legati al capitale umano: quali sono?

Poniamo l’esempio che in un’azienda lavorino venticinque persone: queste persone hanno norme da rispettare? E quali sono le conseguenze, siano esse positive se rispettano tali norme o siano esse negative se vengono invece infrante?

Quando parliamo di rischi, sicuramente ci riferiamo innanzitutto a quelli che possiamo definire “rischi puri”: ci si chiede, ad esempio, se i dipendenti lavorino in un ambiente in cui potrebbero farsi male o addirittura rischiare la vita. Può sembrare esagerato, ma non lo è: in una rete di vendita come quella da cui siamo partiti, in cui il viaggio è parte fondamentale, quanto è alto il rischio che un professionista faccia un incidente in auto?

Al riguardo di ciò, nasce quindi una riflessione successiva: le aziende, nel caso una o più persone fossero assenti, sarebbero in grado di riempire la mancanza? I dipendenti sono intercambiabili? È un problema, questo, di cui le aziende solitamente si accorgono quando la persona è appunto assente e ci si ritrova a dover gestire tale assenza senza sapere come fare.

E ancora: ci si è mai chiesti cosa succederebbe se un dipendente decidesse di cambiare lavoro, azienda e nell’andarsene anche altri dipendenti lasciassero il loro posto?

E in ultimo, ma non per questo meno importante: le persone comunicano bene tra di loro? Si rispettano? Capiscono davvero e fino in fondo i propri bisogni e quelli dei colleghi? Sono proattivi e trovano soluzioni o evidenziano solo problemi e mancanze?

I rischi finanziari

Se non si prendono in considerazione tutti i rischi che abbiamo elencato fino a ora, legati al capitale umano, non ci si accorge di quanto siano a essi legati anche tutti i rischi di natura finanziaria. Non stiamo parlando dei classici rischi finanziari che, chi più chi meno, ogni azienda monitora, mi riferisco ai rischi finanziari derivanti dal tempo che ci metterò per “sostituire” una persona o che “perdo” perché le persone litigano tra di loro oppure ancora perché non si capiscano generando dinamiche relazionali negative. Questo significa che se non considero le persone nel loro valore individuale, ho una dispersione oggettiva di valore economico.

I progetti targati Myr Consulting

Abbiamo messo a punto dei progetti verticali proprio per affrontare con le aziende il tema del rischio legato al capitale umano.

Uno di questi è legato allo Smart Working: uno studio che parte dal benessere delle persone che possono lavorare anche da casa. Studiamo cosa significa lavorare bene, indipendentemente dall’ufficio, e in che modo quindi possono essere produttive per l’azienda e non portare nessuna tipologia di rischio a livello di profittabilità e andamento del lavoro.

Non solo: altri dei nostri percorsi, ad esempio quello di Orientamento Strategico, riguardano il supporto che diamo alle persone che, una volta fuori dall’azienda, necessitano di essere ricollocate nel mondo del lavoro; così come seguiamo le persone che rimangono nella stessa azienda, ma magari con altri ruoli, compiti o in altri reparti.

Tra i nostri valori ci sono le persone: siamo profondamene convinti che l’essere umano cresca e si realizzi solo attraverso gli altri. Per questo motivo, le persone e le relazioni sono al centro del nostro approccio metodologico.

Leave a Reply