info@myr.it
0363.335687

I rischi nella Supply Chain

I rischi nella Supply Chain

Ormai è chiaro, il 2020 è stato un anno davvero particolare: negativo per molti aspetti, inaspettato per altri, ma, se lo guardiamo un po’ meglio, anche ricco di risorse e nuove opportunità.

Sicuramente è stato un periodo doloroso, in cui abbiamo dovuto affrontare qualcosa che nessuno di noi si sarebbe mai immaginato o che, quanto meno, consideravamo un rischio remoto.

Si è fatta chiarezza su quanto vulnerabili siamo come esseri umani e su quanto fragile sia l’ecosistema delle imprese italiane prevalentemente costituito da PMI.

Tuttavia anche le grandi aziende che, per diversi motivi, più o meno strategici, hanno nel tempo delocalizzato i propri impianti e deciso di acquistare beni e servizi da fornitori distanti, hanno sofferto non poco e hanno dovuto affrontare diverse criticità proprio perché tutto l’indotto della loro supply chain è entrato in crisi.

Che fare allora quando tutto si ferma? Quando non è più possibile acquistare dalla Cina per via di un virus che ha bloccato un’intera area produttiva e che sta monopolizzando l’attenzione dei media come se fosse una star di Hollywood? Come procedere per evitare questo rischio o quanto meno ridurlo e tenerlo sotto controllo?

 

UN PERCORSO PER IMPARARE A GESTIRE I RISCHI DELLA SUPPLY CHAIN

In realtà ci sono diverse attività che possono essere attivate e tutte partono da un modo diverso di vedere la catena di fornitura: non più solo una risposta ad una domanda di beni e servizi, ma un processo circolare che comprende la stessa impresa acquirente e che prevede un approccio di analisi più specifico, un approccio “risk based”.

Per questo motivo, insieme a Claudio Bruggi, esperto di Procurement e Supply Chain Management, abbiano deciso di proporre un percorso formativo che possa dare una serie di linee guida e di strumenti pratici per affrontare al meglio le sfide che ci attenderanno in questo ambito, considerando anche il fatto che la pandemia non può ancora considerarsi terminata.

A CHI E’ RIVOLTO

Pensato in tre steps, il percorso è dedicato a Chief Procurement Officers,  Supply Chain Managers, Responsabili di funzione, Imprenditori che vogliono comprendere come implementare modelli pratici per monitorare i rischi dei fornitori e quelli prodotti all’interno delle proprie Supply Chain.

CHE COSA AFFRONTEREMO

Essendo il nostro obiettivo quello di fornire strumenti pratici e modelli con i quali potersi rapportare fin da subito, abbiamo strutturato tre sessioni da circa 4 ore ciascuna che possono essere affrontate in sequenza e anche singolarmente in base ai propri fabbisogni. I temi di studio saranno i seguenti:

  • Come gestire i rischi nei processi di acquisti e logistica

È importante che l’area acquisti e supply chain siano strutturati per gestire e governare i rischi attuali e futuri, aumentando la resilienza dell’organizzazione, ovvero la capacità di assorbire l’impatto della volatilità senza compromettere la continuità operativa.

  • La gestione dei rischi strategici e operativi di fornitura

Questo step ha l’obiettivo di illustrare ed esemplificare con elementi pratici un modello avanzato di gestione dei rischi di fornitura e supply chain, dando metodi e strumenti operativi per affrontare e mitigare al meglio le potenziali interruzioni, bilanciando elementi teorici e metodologici con elementi di immediata applicabilità.

  • La gestione del rischio nelle catene di fornitura

I rischi lungo le catene di fornitura sono spesso caratterizzati da un “effetto domino”, che può partire da punti delle supply chain inattesi e lontani dalla nostra organizzazione. Occorre disporre di modelli e strumenti per analizzare la complessità delle reti di fornitura e modelli per gestire i rischi dei singoli nodi della rete, che siano fornitori o prodotti e servizi d’acquisto.

 

Erogheremo tutto il percorso on line e abbiamo pianificato le seguenti due sessioni:

1^ sessione – Gennaio 2021 => 13/01 – 20/01 – 27/01 

2^ sessione – Febbraio/Marzo 2021 => 24/02 – 03/03 – 10/03

Le iscrizioni sono già aperte e si chiuderanno il 10.01.2021.

Per maggiori informazioni e dettagli potete scrivere a formazione@myr.it, seguire i nostri social e i prossimi articoli sul blog in cui andremo ad approfondire ognuno dei tre moduli con obiettivi, finalità e contenuti specifici.

Leave a Reply